Consolidamento strutturale di edifici storici: consolidamenti strutturali per terremoti o cedimenti strutturali
 
Consolidamenti strutturali
 

Il consolidamento strutturale di edifici

I consolidamenti strutturali sono un'operazione fondamentale per la salvaguardia e il recupero degli edifici.

Consolidamento strutturale: in quali casi?

Si ricorre al consolidamento strutturale in diversi casi:

Danni dovuti allo scorrere del tempo, alle intemperie, a eccessive sollecitazioni che hanno messo a dura prova la resistenza delle strutture: tutti questi sono motivi per cui un edificio necessita di consolidamenti strutturali senza che ci siano stati eventi traumatici scatenanti.

Cedimenti strutturali: un edificio può dare segni di cedimento e richiedere un intervento di consolidamento strutturale immediato.

Danni strutturali per terremoti ed eventi sismici: le scosse di terremoto possono facilmente causare danni agli edifici: in questo caso si rende necessaria un’opera di consolidamento strutturale degli edifici terremotati, in modo da renderli nuovamente sicuri.

Adeguamenti sismici: in via preventiva, un’analisi delle strutture può evidenziare la necessità di un intervento di adeguamento o miglioramento sismico, che si opera attraverso un intervento di consolidamento strutturale.

Come si fa un consolidamento strutturale

Il consolidamento strutturale serve a riempire le micro cavità presenti nei muri e riaggregare i materiali dello scheletro inerte dell’edificio.
Naturalmente, durante i consolidamenti strutturali bisogna prestare la massima attenzione ad agire sempre nel rispetto delle strutture. Il consolidamento strutturale infatti si opera spesso su edifici storici o danneggiati, che possono subire ripercussioni negative in caso di un consolidamento strutturale con vibrazioni troppo forti.
Per questo per i consolidamenti strutturali si utilizzano le tecniche della demolizione controllata, con l’utilizzo di utensili diamantati che non causano vibrazioni pericolose.

Consolidamento strutturale: le tecniche

Ecco alcuni esempi di interventi per consolidamento strutturale

Tirantatura: si esegue un carotaggio nella muratura per l’inserimento di tiranti attivi o passivi, cioè barre di acciaio o cavi
Inghisaggi, cuciture armate e chiodature
Iniezioni di diversi materiali per il consolidamento delle murature: malte, resine, calce cementizia...



Consolidamenti strutturali in tutta Italia

Consolidamenti strutturali in Lombardia
Consolidamenti strutturali a Brescia
Consolidamenti strutturali a Milano